Sara Orlandini

E quella a me: "nessun maggior dolore che ricordarsi del tempo felice ne la miseria;" Divina Commedia, Inferno V