Alessandro Violi

Milano, 18 Giugno 1969
Maturità classica, laurea in Giurisprudenza.
Sono poliedrico. Curioso per natura ed eclettico per formazione.
Analitico e sintetico. Pragmatico e visionario. Edonista e spartano. Umanista e tecnologico. Misoneista ed innovatore. Ricercato e minimalista. Riflessivo e deciso. Logico e passionale.
Libero, ambizioso, caparbio, leale, etico, attento, veloce, congruo, capace, intraprendente, coraggioso, riconoscente.
L'autonomia di pensiero, la visione strategica, la facilità d'apprendimento, la straordinaria flessibilità. Mi sento responsabile della bellezza del mondo.
Amo viaggiare, imparare, sperimentare, volare, fotografare, leggere, pilotare, giocare, organizzare, improvvisare, stupire.
Mi piace scherzare coi santi e coi fanti, circondarmi di opere d'arte, sentire la musica, andare al cinema, guardare le stelle, ascoltare le persone, curare i dettagli, studiare la storia, passeggiare sui boulevards, tingere con la passione tutto ciò che tocco.
Vedo sempre il lato positivo.
Quando mi si cerca, mi si trova.
Cerco il record, mi accontento di vincere, so perdere.
Rimpiango solo ciò che non ho fatto.
Ho un amore grande, un cane educato, tanti amici meravigliosi, alcuni ottimi collaboratori.
Se avessi la bacchetta magica, lavorerei inesorabilmente per un mondo migliore, avvalendomi della collaborazione di un comitato scientifico in cui, tra gli altri maestri, siederebbero: Napoleone Bonaparte, Jorge Luis Borges, Miles Davis, Christoph Keigel, Leonardo Da Vinci, Karl Popper, Bruce Springsteen, Angelo Rossi Toson, Frank Lloyd Wright.
L'equilibrio come punto di partenza. L'eccellenza come traguardo.