Andrea Cantore

Student, Creative ideas, and Aspiring Copywriter in Torino, Italia

Hire me

A proposito di me, cosa dire?

Ti racconto di un gioco la cui origine e le sue prime tracce si presume risalgano nel 79 d.C nell’antica Pompei, anche se il vero sviluppo di questo gioco lo si ritroverà poi con la rivoluzione industriale.

Un gioco di origini antichissime, e le sue regole non sono poi così difficili: si gioca in un campo di dimensioni ancora oggi non specificate (per intenderci qualsiasi luogo può andar bene), sul campo si presentano due squadre composte da cinque giocatori ciascuna. L’obiettivo di una squadra è quello di far passare e approvare la propria idea creativa dal cliente, mentre l’altra squadra solitamente cerca di impedire l’approvazione dell’idea creativa.

L’idea creativa non può essere presa o colpita col pugno o coi piedi, la durata dell’incontro oramai, per diversi fattori esterni, è sempre più breve, anche se a volte può essere un po’ più lunga.

Ho imparato tante di quelle cose importanti (continuo e sicuramente continuerò ad imparare) da questo gioco che potrei scriverci un libro, ma ciò che fa davvero la differenza per poter vincere in questo gioco (e io credo anche in qualsiasi cosa si faccia nella vita) è lavorare di squadra. Ognuno di noi può avere parecchio talento e professionalità per fare qualsiasi cosa, ma solo insieme ad una squadra puoi fare grandi cose.

Dopotutto, partiamo sempre dalle idee, da degli spunti creativi e da questi li si può trasformare in punti che ti fan vincere la partita.

Io sono Andrea Cantore e questo è il gioco più bello della mia vita.