Silvia Ritti

Silvia Ritti nasce in Toscana. Trascorre più di vent’anni in Veneto e Friuli Venezia Giulia dove ha una formazione scientifica e matura esperienze di insegnamento abilitandosi per le scuole superiori. Nel 2000 torna nel Valdarno, in Toscana, dove coltiva la sua passione artistica come autodidatta ed entra a far parte di una Bottega dell’Arte dove sviluppa le competenze che le permettono l’iscrizione all’Accademia di Belle Arti di Firenze ed entrare a far parte dell’ambita Scuola Libera del Nudo. La tecnica pittorica dell’artista è basata sull’uso di olio su tela prediligendo il chiaroscuro e il genere figurativo. I suoi quadri nascono da un fondo nero su cui vengono trovate per sovrapposizione di colore le varie gradazioni di luce raggiungendo quindi il risultato d’effetto voluto.
Ha partecipato al Concorso Nazionale di Pittura ‘Chimera Arte Arezzo’e al concorso ‘Arte sotto il Campanile’ a Moncioni (Arezzo) vincendo il primo premio.